Un poco complici - MDV

Un poco complici
M.D.V.

Sarà che stasera il vento soffia contro
così le parole si agitano dentro
vorrebbero venire da te per dirti
che non so come mi manchi ancora tanto
 

ripensarti mi fa male come fumare 
dicevi che eravamo sbagliati dentro
ma forse era sbagliato il dove e il quando
ma cosa importa e pensi sia normale 

sfiorarsi fino all’anima e non trovarsi
ferirsi per toccarsi e non raggiungersi

ritornello
ho una casa in cui non so più abitare
questo divano sembra mi voglia mangiare
potevamo essere felici in due forse complici
pagando il prezzo di solitudini troppo ingombranti
potevamo essere felici noi e un poco complici 
sfidando tutti quanti ma forse eravamo troppo distanti

ora tu sei persa nella tua vita di provincia
io lontano dove tutto finisce e ricomincia
non ci sono vie che mi riportano a casa
sono lì dove il buio è sceso e sembra normale 

assomigliarsi dentro e non trovarsi
essere la stessa cosa senza mai stringersi

ritornello
ho una casa in cui non so più abitare
questo divano sembra mi voglia mangiare
potevamo essere felici in due forse complici
pagando il prezzo di solitudini troppo ingombranti
potevamo essere felici noi e un poco complici 
sfidando tutti quanti ma forse eravamo troppo distanti

Ora non ci sono io hai conquistato la libertà 
di stare nuda in casa ma senza vanità
io posso partire anche di giorno e senza avvisare
e ogni partenza non sarà piu un ritorno da ritornare

Commenti

Post più popolari