il blog di luigi sarto

Gli incontri più importanti sono già combinati dalle anime prim'ancora che i corpi si vedano. Generalmente, essi avvengono quando arriviamo a un limite, quando abbiamo bisogno di morire e rinascere emotivamente.

Gli incontri ci aspettano, ma la maggior parte delle volte evitiamo che si verifichino. Se siamo disperati, invece, se non abbiamo più nulla da perdere oppure siamo entusiasti della vita, allora l'ignoto si manifesta e il nostro universo cambia rotta. (Paulo Coelho da "11 Minuti")

domenica 17 agosto 2014

La mia rinuncia ai sogni

Qualcuno qui mi dice che scrivo troppo d'amore
strenua difesa dire è quello che so fare
scrivere di ciò che manca e vorrei avere
oppure potrei io cominciare ad amare

Allora dirò altro raccoglierò il pretesto
 da domani comincerò ad andare a letto presto
Ho firmato stamattina la mia rinuncia ai sogni
barattato quelli già usati al banco dei pegni

Rit.
Ho un recesso anticipato e un diritto non esercitato
di accendere il condizionatore e sentirmi respirare
stupidi programmi televisivi e squallidi giornali
per ricominciare vorrei qui mio padre e mia madre

Raccontargli di come va, come va davvero
senza le omissioni delle nostre telefonate
chiedere com'è che avevano pensato la mia strada
raccontargli poi perché sono qui e come dovrebbe andare

i miei sogni mi tengono in vita e mi hanno quasi distrutto
non valgono niente però sono tutto ciò che ho

Domani sceglierò per me una nuova meta
metto un punto e ricomincio a nuova vita
disegnare lungo la strada una nuova rotta
sarà la volta giusta come ritornare a casa

Senza incomprensioni e senza troppi errori
sembra tutto giusto se non si è troppo severi
lasciar andare qui sembra l'unico segreto
il non attaccamento è la legge dell'amore
i miei sogni mi tengono in vita e mi hanno quasi distrutto
non valgono niente però sono tutto ciò che ho

Rit.
Ho un recesso anticipato e un diritto non esercitato
di accendere il condizionatore e sentirmi respirare
stupidi programmi televisivi e squallidi giornali
per ricominciare vorrei qui mio padre e mia madre

Le nostre direzioni ci allontanano ormai
ciò in cui credevamo non parla più
il volume di ciò che senti è così basso
puoi sentirlo adesso o siamo già all'abisso?
Le nostre direzioni ci allontanano ormai
penso a noi che non siamo più noi
il volume di ciò che senti è così basso

puoi sentirlo ancora... o siamo già all'abisso?

Nessun commento:

Posta un commento