il blog di luigi sarto

Gli incontri più importanti sono già combinati dalle anime prim'ancora che i corpi si vedano. Generalmente, essi avvengono quando arriviamo a un limite, quando abbiamo bisogno di morire e rinascere emotivamente.

Gli incontri ci aspettano, ma la maggior parte delle volte evitiamo che si verifichino. Se siamo disperati, invece, se non abbiamo più nulla da perdere oppure siamo entusiasti della vita, allora l'ignoto si manifesta e il nostro universo cambia rotta. (Paulo Coelho da "11 Minuti")

venerdì 21 marzo 2014

non è l'andare via.
il dire ci siamo sbagliati.
non è il dire non sei quello che mi aspettavo, o non hai capito nulla di me. anche se hai capito più di quello che volevo.
non è il fingere non sia successo niente. aver provato, sentito, finto di non sentire.
non è l'essersi stretti, baciati, graffiati. avvicinati e allontanati. per poi avvicinarsi di più.

non è il senso di vuoto appena sveglio. il senso di mancanza della domenica pomeriggio.
non è la primavera che arriva. e il cuore che si riapre.
non è che volevi solo dare. ed è successo un casino.
e nemmeno avevamo iniziato e stiamo già aggiustando e sistemando e lasciando andare.

non è che ti incazzi nemmeno più. né ci resti male.
ciò che è passato è comunque amore, nel bene e nel dolore.

ciò che non passa è questo modo di fare, di trattare le persone come fossero cose.
di mettere via chi ci ha comunque trasmesso delle cose gettandolo via.
come fosse un paio di scarpe pagate care e poi le provi e non sono come le volevi. ma forse le scarpe le tieni comunque da parte.

una persona che invece in vetrina ti sembrava potesse andare poi la provi e non è come dicevi la puoi buttare via. tranquillamente.
non è un lamento. non è un rimprovero.

è una constatazione dei fatti.
perché dio santo ci sarà anche un modo di andare via tenendosi per mano...

Nessun commento:

Posta un commento